Si dimette il assistente dei vescovi Usa, beccato sulla app Grindr